Off-Game

Regolamenti di Gioco

Primi passi

Per iniziare a giocare ad Akasha e potersi inserire nel gioco attivamente ed in tempi brevi, lo staff consiglia:

• lettura del regolamento relativo all'etica di comportamento offgame

• lettura della documentazione relativa all'ambientazione

• indicazioni per creare la scheda del personaggio

 

Altre informazioni utili:

• Utilizzo del Voi

E' buona norma (che non significa "obbligo") utilizzare il "voi" soprattutto quando si ha a che fare con personaggi con cui non si ha particolare confidenza on-game o altri di grado gerarchico superiore. Tuttavia, in caso di rapporti stretti di amicizia e/o parentela, è consentito l'utilizzo del "tu". Quest'ultimo può essere utilizzato, con coerenza, anche quando si tratta di personaggi accumunati da un basso livello socio-culturale di provenienza (es. un contadino che parla con altri contadini).

• Oggetti e Proprietà

E' vietato l'uso di oggetti non presenti nella propria scheda. A partire dal vestiario, fino alla spada più letale, le dotazioni di un personaggio si possono ottenere tramite acquisto al mercato o attribuzione in quest, fatta eccezione per le "dotazioni di mestiere", attribuite al pg in maniera automatica una volta scelto il proprio lavoro. Si ricorda, inoltre, che potranno essere posseduti animali ma il loro utilizzo in gioco deve prevedere molta attenzione: gli animali possono servire per caratterizzare il proprio personaggio ma non potranno, invece, essere giocati/interpretati strettamente come arma d'offesa o difesa, salvo differente ed esplicita indicazione o esito di un Master presente.

• Tempi di attesa

Ciascuna azione deve essere scritta in un tempo accettabile per un corretto fluire di una giocata: tale valutazione viene lasciata al buon senso dei partecipanti ed al reciproco rispetto tra giocatori. Durante una Quest, la lunghezza delle azioni non deve superare i 10-12 minuti di attesa e questo valore diviene nuovamente variabile a seconda della mole dei giocatori che partecipano a quella stessa giocata; il Master, infatti, a sua discrezione, può dare indicazioni diverse relativamente ai tempi di attesa a seconda della giocata in atto. In caso di di sopraggiunti problemi che possano condurre ad un rallentamento o all'interruzione della giocata, deve essere data tempestiva segnalazione attraverso sussurro o missiva agli altri giocatori o, nel caso di Quest, obbligatoriamente al Master di turno. In caso di mancata segnalazione e relativi rallentamenti/interruzioni, il Master ha il diritto di cambiare la turnazione e, in caso di abbandono prematuro della giocata, di applicare dei malus coerenti con quanto era in atto al momento dell'interruzione.

• Bacheche

In MoA esistono due tipologie di bacheche: ongame e offgame. Si avvisa che, in entrambe le categorie, non è possibile inserire i caratteri relativi alle parentesi angolari <> per questioni inerenti la sicurezza del codice. L'unica eccezione a questa regola è rappresentata dall'inserimento di un' immagine (esempio ON: una mappa o un ritratto che un pg può aver disegnato a matita e vuole utilizzare a mo' di taglia su un altro personaggio), attuabile con il seguente codice html →  <img src="link dell'immagine">

Il nome dell'autore del post è sempre visualizzabile ma, attenzione, si tratta di un'informazione offgame. Si lascia libero arbitrio in merito sul firmare i propri messaggi o meno, se si tratta di messaggi on. Eccezione alla regola è la sezione "voci di locanda" per cui si rimanda alla sottostante descrizione.

Gli autori dei post possono modificare e cancellare le proprie risposte ad un topic. Si consiglia, però, di non abusare di questa opzione per ciò che riguarda i messaggi ongame (d'accordo accorgersi di un errore di battitura ma cambiare i contenuti di un messaggio ongame o cancellare risposte che altri hanno già letto, non sarà considerato corretto. Nulla vieta di scrivere un secondo messaggio se il personaggio vuole ammettere un errore. Es. "Il tavolo della locanda è bianco" → "Chiedo venia, ero ubriaco. Il tavolo della locanda è nero". Chiaramente, se un personaggio continua a cambiare opinione, la cosa avrà valenza on).

Ogni nuovo messaggio e/o una discussione a cui è stata data una risposta non ancora letta, prevede una notifica data dall'illuminarsi dell'icona laterale, di fianco al titolo della discussione.

NB. Non è possibile cancellare il post originale, il primo che ha dato vita alla discussione. E' possibile modificarne il contenuto (se ci si accorge di qualche errore di battitura) ma non il titolo. Solo lo staff (admin e moderatori), per esigenze di moderazione sono abilitati a modificare il titolo della discussione o cancellarla interamente.

I messaggi che non ricevono risposte da 2 mesi, vengono automaticamente cancellati dal sistema per non oberarne la memoria. Tuttavia, quando si tratta di messaggi che è buon senso mantenere nel tempo, è sufficiente impostare la discussione come "importante", selezionando l'icona a forma di bandierina, vicino al titolo del messaggio, una volta postato. Una discussione importante non viene cancellata a prescindere dalla presenza o meno delle risposte; non significa che verrà posta in alto né che sia prioritaria.

La possibilità di chiudere una discussione per impedire ulteriori risposte, è esclusiva di admin e moderatori.

Ricordiamo la seguente regola di comportamento:

17. Ogni discussione di bacheca dovrà essere aperta e proseguita nel buon senso comune e nel rispetto verso coloro che vi prendono parte. In caso di bacheche ongame, non sono ammessi i "botta e risposta" se questi verranno ritenuti tempisticamente incoerenti. Relativamente alle sezioni off-game, in caso di discussione non rispettosa delle regole, il thread sarà cancellato e l'autore passabile di ban. Lo Staff si riserva i diritto di rimuovere commenti e messaggi non ritenuti consoni.

1. Bancheche Ongame

Qualsiasi topic all'interno di queste bacheche è da considerarsi "on" e, pertanto, qualcosa di assolutamente giocabile. E' possibile interpretare/giocare l'affissione o la lettura di un messaggio, inserendo una brevissima azione tramite parentesi (quadre, tonde e graffe → il sistema convertirà in automatico tutte le parentesi in parentesi graffe). Il contenuto scritto del messaggio, apparirà invece in un font in stile handwriting.

Es. [Nel cuore della notte, bardata da capo a piede, un'ombra si avvicina al pubblico legno e, guardinga, lascia la propria pergamena. Attaccata ad essa un bocciolo di rosa nera]

Vi amo e siete tutti meravigliosi.

Astrid di Henosis

 

P.S. Come menzionato in precedenza, si lascia libero arbitrio per ciò che riguarda il firmarsi o meno.

  • Bacheca pubblica

In questa bacheca non ci sono restrizioni e tutti possono scrivere e leggerne i contenuti. Questo spazio è adibito affinché i giocatori possano mettere "in piazza" fatti accaduti ai pg, opinioni da condividere pubblicamente, messaggi rivolti ad altri e che si vogliono di pubblico dominio ... per i giocatori, spunti che si vuole condividere, estendere e approfondire in sinergia con altri. In linea di massima, qualsivoglia messaggio affisso in questa bacheca ha valenza continentale (può giungere a tutti, a prescindere dalla cittadinanza), a meno che non si decida diversamente o non si valuti che lo spunto non sia così importante da coinvolgere cittadini di altre Nazioni (esempio: tizio che cerca/offre servigi, all'interno del territorio di appartenenza). In questo secondo caso, è sufficiente inserire, prima del titolo, un tag inerente il nome della Nazione a cui si fa riferimento → Es. [Luft] Cercasi maestro di spada.

  • Voci di Locanda

Solo i master sono abilitati alla scrittura in questa bacheca, in forma anonima, finalizzata al mettere in evidenza notizie utili che possono circolari inerenti a fatti avvenuti in quest. E' da considerarsi alla stessa stregua di un tam tam per "sentito dire" che si estende di territorio in territorio. I contenuti di questa bacheca sono infatti di dominio globale.

  • Editti

Solo i capi congrega sono abilitati alla scrittura, in questa bacheca, per comunicare alle popolazioni decisioni importanti, quali dichiarazioni di guerra, cambiamenti nelle Leggi della propria Nazione, aumento delle tasse, qualsivoglia elemento politico o inerente a questioni religiose di cui si intende informare la popolazione in primis e i Governi degli altri territori.

  • Bacheche congregali

Ogni congrega ha la propria bacheca ongame, a cui saranno abilitati, sia per lettura che scrittura, esclusivamenti i membri della congrega stessa. L'utilizzo di tali bacheche viene incentivato per permettere una comunicazione estemporanea dei pg, in merito a fatti rilevanti e strategie da adottare, oltre ad una partecipazione attiva di tutti gli esponenti del gruppo di gioco.

2. Bacheche Offgame

Qualsiasi topic all'interno di queste bacheche è da considerarsi "off" e, pertanto, qualcosa che non è corretto trasferire in gioco o che i personaggi possano conoscere. Si tratta, in generale, di bacheche finalizzate all'organizzazione del gioco e alla comunicazione tra giocatori (non tra personaggi).

  • Bacheca Staff

Bacheca riservata ad Admin, moderatori, master.

  • Bacheca Master

Bacheca riservata ai master per confrontarsi tra loro su trame, quest e richieste da parte dell'utenza che possono generare dubbi.

  • Resoconti quest

Bacheca per tutti, in cui i Master postano un resoconto di una quest da loro condotta: un riassunto dei fatti, dei personaggi coinvolti, eventuali ferite da essi subiti e di quale grado, bonus e malus assegnati e consigli ai giocatori.

  • Bacheche congregali off

Bacheche di congrega, a cui possono accedere solo i membri, finalizzate agli aspetti organizzativi del gioco. Es. l'organizzazione di una giocata in cui si può essere tutti presenti.

  • Segnalazione Bug

Qualsiasi cosa non funzioni come dovrebbe, questa la sezione in cui farne la segnalazione.

  • Domande e proposte

Ogni idea che nasce per migliorare la vostra esperienza di gioco è sempre bene accetta. Proporre non costa niente, vi assicuriamo! Speriamo di poter venire incontro a tutti, nei limiti del possibile. In questa sezione è possibile esprimere anche dubbi e perplessità.

  • Segnalazione assenze

"Per quanto terrificante e dolorosa possa essere, la realtà è l'unico posto in cui si può trovare la vera felicità. Perché la realtà è reale. Mi capisci?" (cir. Ready player one). Auspicando che si tratti per motivi più felici che infelici, qualora si sappia che in un tal periodo non vi sarà possibile dedicare tempo al gioco, questa è la sezione dove indicare la vostra assenza o "minor presenza". Un GdR è un gioco fatto da persone, un gioco di gruppo: quando un membro di questo gruppo è assente, potrebbe rischiare di bloccare il gioco a qualcun altro; fare presente un'assenza lo riteniamo un gesto di correttezza e cortesia.

  • Offlandia

Qui si spamma. Senza vergogna. Un link di youtube divertente? Una battuta tra compagni di gioco? I commenti in merito all'ultima puntata di una serie che amiamo? Qui, qui e qui. Solo fateci ricordare qualche piccola norma, inserita all'interno del regolamento di comportamento etico:

15. E' severamente vietato incitare, Off Game, a praticare qualsiasi atto considerato immorale, illegale o dannoso a carico di se stessi o di terze persone. Il trasgressore di questa norma andrà incontro al ban definitivo senza possibilità di replica.

16. Nei luoghi di conversazione off game è fatto divieto assoluto tenere comportamenti discriminatori in materia razziale, religiosa, sessuale o sociale. Alla stessa maniera è vietato l'inneggiamento alla violenza o, come già menzionato, all'illegalità. La pena prevista è il ban per 1 mese o, in caso di recidiva, ban permanente.

17. Ogni discussione di bacheca dovrà essere aperta e proseguita nel buon senso comune e nel rispetto verso coloro che vi prendono parte. In caso di bacheche ongame, non sono ammessi i "botta e risposta" se questi verranno ritenuti tempisticamente incoerenti. Relativamente alle sezioni off-game, in caso di discussione non rispettosa delle regole, il thread sarà cancellato e l'autore passabile di ban. Lo Staff si riserva i diritto di rimuovere commenti e messaggi non ritenuti consoni.

• Le chat di gioco e relativi comandi

Le location cliccabili sulle mappe, rappresentano le chat di gioco ufficiali e pubbliche, visibili a tutta l'utenza. E' possibile creare altri luoghi e relative chat, pubbliche e private, selezionando l'apposita funzione, nella colonna a sinistra in basso della pagina.

Ogni chat ha una sua immagine, in alto a sinistra, cliccabile per visualizzare la descrizione del luogo in cui ci si trova. In caso di cambiamenti sostanziali, dovuti a quest o giocate particolari, sotto il nome della chat compare una stringa permanente che descrive lo stato del luogo, aggiornato.

A destra del nome della chat, è invece presente il tasto "Segnala" che, una volta cliccato, invierà in automatico una segnalazione allo staff in merito ad una giocata effettuata se è il caso di portarla all'attenzione dell'amministrazione (ricerca ingredienti per una pozione/giocata lavorativa/giocata in cui si evidenziano scorrettezze o mancanza di rispetto delle regole di MoA. E' possibile segnalare la giocata anche qualora si ritenesse che il corpo Master possa ritenere utili gli accadimenti ongame).

Per scrivere all'interno della chat è necessario compilare i tre campi appositi, in basso:

1. il primo campo, di posizione e dotazioni, è utile per specificare dove il vostro personaggio si trova al momento dell'azione, eventualmente in quale direzione si sposta o quale diversa posizione abbia intenzione di raggiungere. A questo, per agevolare l'operato dei master ma anche la lettura da parte di tutti i giocatori, si aggiunge se il personaggio ha con sé particolari dotazioni (abiti, armi, protezioni, pozioni, monili...) a cui si vuole che il lettore presti maggiore attenzione. E' chiaro che le dotazioni vadano dichiarate fin dal primo turno di gioco e non si possa per magia estrarre un coltello non dichiarato proprio quando una situazione in gioco diventa spinosa. Il menzionare un abito indossato, aiuta quando si aggiungono altri player durante la giocate così che questi siano consapevoli di quello che il loro pg vede, senza che si debba chiedere/recuperare le prime azioni più descrittive rispetto a questi particolari aspetti. Tuttavia, si chiede anche di usare il buon senso e di specificare quelle dotazioni essenziali e visibili. Se venisse descritta una borsa ed omesso in tag il suo contenuto, non è grave. Estrarre un acciarino dalla borsa (nel momento in cui il pg ha acquistato e possiede quell'oggetto, visibile nella sua scheda) verrà considerato corretto anche se la dicitura "acciarino" non è stata specificata in tag. Diverso per armi di varia natura (dichiarare un pugnale solo se e quando una situazione in giocata si fa critica o solo quando ci si avvede dell'ingresso del fato, non sarà ritenuto valido). A discrezione del master, fare opportune verifiche. Attenzione: non è necessario inserire alcuna parentesi. In automatico, il sistema evidenzierà di colore il contenuto del tag, inserendolo tra parentesi quadre.

2. il secondo campo, corrisponde all'azione vera e propria. Tutto ciò che concerne la descrizione dell'aspetto del personaggio, dei suoi movimenti, dei suoi comportamenti, va inserito all'interno di parentesi quadre, graffe o angolari. Non è importante quale di queste parentesi si sceglie di utilizzare, il sistema convertirà in parentesi angolari. Si ricorda che è fondamentale non autoconcludersi per cui, quando il personaggio TENTA un'azione che può avere un riverbero, una conseguenza sull'ambient di gioco e su altri pg o png presenti (inutile evidenziare un tentativo, qualora si trattasse di azioni innocenti su se stessi - es. scostare una ciocca di capelli o girarsi per guardare in una certa direzione, qualora non ci fossero impedimenti alcuni), questo tentativo andrà evidenziato tramite lettere maiuscole (TENTA, PROVA, CERCA etc.)

Fuori dalle parentesi, si inserisce il "parlato" che verrò riconosciuto dal sistema e risulterà di un colore più chiaro rispetto alla parte descrittiva dell'azione. Quando si nomina un personaggio presente in chat, il nome di quest'ultimo verrà evidenziato tramite grassetto.

3. all'interno del "tag di chiusura", si può specificare se si tratti di un'azione di uscita o se il personaggio stia utilizzando talenti di mestiere, abilità congregali, incantesimi. Anche in questo caso, non è necessario inserire le parentesi e il sistema provvederà ad includere il contenuto del tag all'interno di parentesi quadre. Il tag di chiusura, ha una colorazione gialla e rappresenta uno strumento particolarmente utile per il lettore, poiché sintetizza la skill che il personaggio sceglie di utilizzare. Es. per un incantesimo - si veda la manualistica di riferimento - nel tag di chiusura va specificato il nome dell'incantesimo, la finalità, il livello e i turni di concentrazione/utilizzo/durata. [Dominazione - difesa, liv. 2 - 1/1]. NB. Il tag di chiusura non deve essere utilizzato per sintetizzare l'obiettivo principale, già descritto in azione e perseguito dal personaggio (es. "tentativo di mirare la testa di Tizio" non è un utilizzo corretto del tag. "Preparazione al lancio 1/2" è invece il tag corretto per segnalare la fase in cui ci si trova. L'esempio riguarda l'utilizzo di un'arma da lancio).

E possibile sussurrare in on ad un personaggio o comunicare in off via sussurro ad un player, se questi è presente. Se è in gioco, sarà sufficiente cliccare sul nome del personaggio, all'interno della chat. Nel primo campo apparirà @nomedelpersonaggio e nel campo azione sarà possibile scrivere il contenuto del proprio sussurro. Si consiglia di specificare se si tratta di un sussurro offgame con la doppia barra obliqua (Es. \\off: ciao). In caso il personaggio non sia effetivamente in gioco ma semplicemente nella lista presenti della chat, per sussurrare, è sufficiente scriverne il nome, nel campo luogo/dotazioni, preceduto dalla chiocciola. (Es. @pincopallino).

Al di sotto del tag di chiusura, in basso a sinistra, si visualizzano due icone, rispettivamente per i dadi e una seconda che rimanda alla presente sezione della manualistica.

Usare i dadi è una funzionalità che si utilizza quando richiesta dal Master o secondo le regole relative agli scontri previsti dal pvp (player vs player); si ha la possibilità di avvalersi di un dado 100 generico e di dadi associati ai parametri statistici del personaggio (forza, destrezza, mana) che terranno conto del livello del pg, comprensivo di bonus e malus. Un dado caratteristica è la somma del livello di quella particolare caratteristica con un numero casuale che va da un minimo di 0 ad un max di 5.

Es. Il personaggio Pincopallino, ha un liv. 7 di mana. Tirando il dado e facendo 2, risulterà → pincopallino lancia un dado mana ed ottiene 9 (7 + 2).

Altri dadi:

- dado battaglia → (si utilizza negli scontri tra eserciti) genera due numeri casuali da 0 a 20; il primo è relativo alla difesa e il secondo indica l'attacco.

- moneta del destino → di competenza del master; darà come risultato testa o croce, decretando l'andamento degli eventi (vedasi la descrizione della Dea Rhia, all'interno del manuale)

- pesca carta → al suo utilizzo saranno abilitati esclusivamente i pg con mestiere "chiromante"; indicando il nome del personaggio a cui si stanno leggendo i tarocchi, verrà visualizzato il nome della carta pescata.

 

In basso, da qualsiasi chat, è possibile tornare alla mappa cittadina o a quella principale, cliccando sull'apposito tasto.

• Definizione di GDR

GdR è l’acronimo per Gioco di Ruolo. Si tratta di una tipologia di gioco in cui il player costruisce, impersona e muove un personaggio secondo caratteristiche fisiche e psicologiche che non sono proprie, bensì del personaggio di cui vuole rivestire i panni. Nell’ambito dei GdR by chat, nello specifico, il player è chiamato a scrivere ciò che il suo personaggio fa e dice, come se si trattasse di un romanzo, scritto dal player stesso e dagli altri giocatori che, nel qui e ora, interagiscono nella narrazione.

• Ambientazione

E’ ciò che permette di capire in quale epoca è ambientato il Gdr, la storia che finora si è sviluppata e i presupposti per i futuri cambiamenti che dipenderanno dal gioco del singolo individuo e del gruppo. L’ambientazione chiarisce che tipo di personaggio possiamo creare, come vestirlo e come farlo parlare coerentemente con il tempo e i luoghi in cui si sta narrando la storia. Conoscere bene l’ambientazione, può fornire ottimi spunti per ragionare sugli obiettivi del proprio personaggio.

• On e Off

Si definisce "On" (abbreviazione di "on-game") tutto ciò che accade durante le giocate tra i personaggi che vi partecipano. Ogni accadimento giocato, ogni fatto avvenuto, ogni discorso portato avanti da personaggi nel corso di una role, è considerato on-game. Si definisce "Off" (abbreviazione di "off-game") quello che accade al di fuori delle giocate e che ha a che vedere non con i personaggi, bensì con i player. L' off, non è valido ai fini del gioco. Ogni informazione derivante dall'off-game ed utilizzata in gioco è da ritenersi scorretta e il suo utilizzo ongame è condannabile e sanzionabile in quanto base di meta-playing (vedasi la definizione apposita sul glossario)

• Tag luogo

Prima di iniziare un'azione è necessario inserire una tag al fine di comunicare ai presenti dove si trova il personaggio per poter permettere ad altri un'interazione coerente. La tag è quello spazietto in basso a sinistra nella chat, collocato prima della barra in cui va scritta l'azione vera e propria. Se una giocata fosse già iniziata, non potendo leggere tutto ciò che accaduto prima, un player può apprendere velocemente come muovere il proprio personaggio per incontrare gli altri presenti. Una tag deve comprendere un paio di parole chiave e non di più.

es. [ Locanda, bancone ]

Nel momento in cui il personaggiog lascia una chat o si sposta all'interno della stessa, da un posto all'altro, anche la tag cambia assieme al luogo.

es. [ Locanda, bancone -> caminetto ]

Così, una volta passati vicino al caminetto, si dovrà reinserire la nuova e corretta tag

es. [ Locanda, pressi caminetto ]

• Azioni

Ci sono due tipi di azioni: quelle in cui il pg non parla e quelle in cui il pg parla. Per il primo caso, esse si ottengono aggiungendo semplicemente il '+' davanti all'azione stessa: in quest'ultima si descriverà quello che il pg fa, come si comporta, le varie espressioni facciali e tutto ciò che può rendere una connotazione visiva di quello che sta facendo il personaggio; il secondo esempio, invece si ottiene senza aggiungere nulla prima dell'azione, includendo la parte descrittiva all'interno di parentesi

es. ( primo caso, azione con un '+' davanti )
+ Cammina a passo ben spedito, passi lunghi e ben distesi, con la schiena ben dritta e la testa alta di chi teme ben poche cose. Lo sguardo sembra osservare con attenzione ciò che le si para in fronte e niente altro, nemmeno qualche passante che si prende la briga di salutarla. Veste un lungo abito in velluto, coperto dal pregiato mantello in lana, a riscaldarla dalla rigida temperatura di questa serata di inizio inverno. Le braccia accompagnano, sintoniche, il movimento delle gambe fin quando ella stessa sembra rallentare il proprio incedere arrivata nei pressi della Locanda. Il capo si reclina un poco indietro mentre ella fa per guardare in alto, all'insegna della locanda. La fronte si corruga lievemente nel notare una crepa sui bordi.

es. ( secondo caso, azione con parlato )
<cammina a passo ben spedito, passi lunghi e ben distesi, con la schiena ben dritta e la testa alta di chi teme ben poche cose. Lo sguardo sembra osservare con attenzione ciò che le si para in fronte e niente altro, fin quando che un passante si prende la briga di salutarla> Buongiorno! <Replica lei, abbozzando un sorriso cordiale. Veste un lungo abito in velluto, coperto dal pregiato mantello in lana, a riscaldarla dalla rigida temperatura di questa serata di inizio inverno. Le braccia accompagnano, sintoniche, il movimento delle gambe fin quando ella stessa sembra rallentare il proprio incedere arrivata nei pressi della Locanda. Il capo si reclina un poco indietro mentre ella fa per guardare in alto, all'insegna della locanda. La fronte si corruga lievemente nel notare una crepa sui bordi> Ha tutta l'aria di essere pericolante <commenta ad alta voce, adocchiando il falegname che, per caso, di lì sta passando>

Nota Bene:
E' vietato inserire i pensieri nelle azioni. Essi non sono necessari poiché, per il criteri della coerenza e della verosimiglianza, i personaggi interlocutori non possono percepire i pensieri di un altro partecipante. Esprimere cosa un personaggio stia pensando, rischia di condizionare le azioni altrui falsando completamente la giocata. Inoltre, non è necessario ai fini del gioco, psicanalizzare il proprio personaggio o dilungarsi in spiegazioni inutili sulle motivazioni che portano a compiere taluni azioni. Come in un romanzo o in un film, capire sempre tutto e subito, rovina il divertimento.

• Si prescrive l' utilizzo del presente verbale; l'utilizzo temporale deve fondarsi sul presente e, in casi particolari, può estendersi massimo all'imperfetto.

Sono vietate le azioni autoconclusive; autoconcludersi significa dare per scontato l'esito di un'interazione (con altri personaggi o comunque con l'ambiente circostante). Ad esempio: "Tizio da un pugno a Caio" è un'azione autoconclusiva e non va bene poiché sono molteplici le possibilità di Caio di rispondere ad un pugno (parata, schivata, fuga, caduta ...). Per giocare correttamente, quando si interagisce con un altro personaggio o con l'ambiente, è necessario specificare che si "tenta" di fare qualcosa. Per esprimere tale concetto in azione si consiglia di utilizzare come "provare", "tentare", "cercare di" o altresì l'uso dei verbi al condizionale. I tentativi possono essere risolti: dagli esiti di un master (se presente); dai giocatori in causa (se non c'è master e se c'è accordo di vedute tra essi); con un lancio di dadi appositi (se non c'è master e se i due giocatori non concordano su come una situazione dovrebbe andare a finire). Per ulteriori delucidazioni, si veda la sezione apposita dei manuali sul sistema dadi.

• Sistema di Turnazione

Si tratta del sistema su cui si basa l'interazione all'interno di una giocata. Se Tizio, Caio e Sempronio decidono di giocare insieme, la turnazione deriva dall'ordine con cui i player postano le loro azioni. La giocata deve proseguire sempre con il medesimo ordine di turnazione, fatta eccezione per quando, in quest, è il master a decidere se variare o meno la cosa.

Esempio:
1° turno: azione di Tizio, poi di Caio ed infine di Sempronio
2° turno: si mantiene l'ordine Tizio, Caio e Sempronio.
3° turno: azione di Tizio, di Caio, entra Pincopallino, azione di Sempronio
4° turno: si mantiene l'ordine Tizio, Caio, Pincopallino e Sempronio.

• Sussurri e missive

I sussurri possono essere sia on che off e sono visibili, attraverso gli appositi comandi, solo al personaggio a cui vengono indirizzati. Un sussurro on-game prevede che il personaggio sussurratore si muova e compia un'azione coerente quale, ad esempio, spostarsi, avvicinare il volto a quello dell'interlocutore, abbassare la voce per parlargli nell'orecchio in modo che nessun altro, tra i personaggi presenti, possa "sentirlo". I sussurri off-game, invece, servo principalmente a chiedere delucidazioni per le lunghe attese o per avvisare che si deve interrompere la giocata. Per ulteriori delucidazioni, si veda la sezione apposita della manualista ove sono riportati i comandi chat.

• Staff

Esso è composto da:
• ideatori e creatori della land (i gestori)
amministratori (coloro che si occupano di amministrare il sito qualora i gestori non fossero disponibili)
master (player che si prendono l'onere e l'onore di inventare trame, arbitrare tra i duelli e i conflitti. Esperto della documentazione della land e dei suoi regolamenti, il suo giudizio è insindacabile e a lui spetta decidere gli esiti delle azioni all'interno di una quest)
guide (player esperti del gioco e della sua documentazione, disponibili a dare il benvenuto ai nuovi arrivati, indirizzarli, chiarire eventuali dubbi e quesiti)

• Le Bacheche

In esse viene registrato tutto ciò che riguarda la land; vi è una parte on-game ed un'altra off-game; quest'ultima ha puro scopo organizzativo e gestionale mentre la prima serve a comprendere le trame di gioco in atto e laddove, eventualmente, un personaggio ha possibilità di inserirsi poiché, tramite messaggio in bacheca on-game, può coerentemente venire a conoscenza di taluni fatti avvenuto nella land (guerre, inondazioni, carestie, misteri vari).

Per informazioni più dettagliate sull'utilizzo delle Bacheche all'interno di Mistery of Akasha, consultare l'apposita manualistica che potrete trovare all'interno della sezione Consigli utili su come iniziare ad Akasha.

• Bg (background)

Con la sigla "BG" si intende, solitamente, l'insieme degli antefatti di un personaggio e ciò che ne descrive la psicologia, i comportamenti tipici. Il termine però, può essere utilizzato anche con altre sfumature. Il "BG" di una land rappresenta gli elementi cardine su cui la land stessa è fondata, l'ambientazione; mentre "dare qualcosa da BG", significa convalidare una situazione, anche se questa non è stata giocata, per questioni di pura coerenza. Esempio: si può dare da BG che un personaggio erborista, passi molto del suo tempo a studiare le proprietà delle erbe anche se, questa cosa, non viene giocata tutti i giorni ma solo qualche volta.

• Coerenza

"Conformità tra le proprie convinzioni e l'agire pratico". Muovere il proprio pg con coerenza, significa proprio questo: tenere in considerazione la sua psicologia, le sue motivazioni per portarlo a dire e fare ciò che più è sintono con le proprie caratteristiche. Utilizzare "coerenza" significa anche rispettare i limiti della verosimiglianza per ciò che concerne le proprie azioni. Es. evitare un colpo di spada, piegando all'indietro la schiena di 180° non è un'azione verosimile. Si ricorda che fantasy non equivale a fantascienza.

• Metagame

E' uno degli errori più frequenti e più gravi dei gdr e dunque bisogna fare molta attenzione a non commetterlo. Consiste nello sfruttare on-game delle conoscenze off-game favorendo in tal modo il proprio personaggio.

• Pg (Personaggio)

Il PG è il burattino, colui/colei che è stato creato con il proprio aspetto, la propria personalità e le proprie motivazioni. E' il protagonista del vostro gioco.

• Png (Personaggio Non Giocante)

Un Png è un personaggio che viene mosso dai master e che rappresenta una nota di colore all'interno di un contesto (es. il locandiere in locanda) oppure un personaggio, sempre ad appannaggio esclusivo dei master, all'interno di una quest (es. un super-mago cattivo che attacca la città).

• Player (Giocatore)

E' la persona fisica che muove i fili di un pg. In poche parole: siete voi!

• Pk (Power Killer)

Viene definito PK, un personaggio che cerca di ucciderne altri, senza motivazioni di sorta a livello on-game mosso verosimilmente da un player che ha come scopo principale quello di rovinare il gioco altrui.

• Pp (Power Player)

Viene definito un PP, un player che si disinteressa dei regolamenti e della coerenza, tentando azioni inverosimili o, comunque, esagerate e, spesso, autoconclusive.

• Quest

E' una particolare giocata che vede la presenza di un master; quest'ultimo si fa narratore di una determinata situazione di gioco. Tutto ciò che un personaggio compie viene esitato dal master al termine di ogni turnazione; è lui durante queste giocate che, infatti, decide le sorti dei pg giocanti, ovviamente valutando al meglio l'operato di ciascun personaggio.

• Role

Con il termine "role" si definisce una qualsiasi giocata di ruolo. "Ci facciamo una role?" equivale al proporre una giocata.

 

Gli oggetti sono una componente di gioco molto importante in MoA e in questo manuale vedremo come si integrano con le dinamiche on-game della land.

Per questo motivo li abbiamo articolati in 5 differenti tipologie:

  • Oggetti Comuni: acquistabili al mercato, non hanno poteri arcani, sono illimitati (quindi lo stesso oggetto può essere posseduto da più PG), possono essere rottamati ricavandone il 30% del loro valore originario (tasto "vendi") oppure ceduti ad un altro PG.
  • Oggetti di Mestiere: è il set di oggetti che viene assegnato (automaticamente) non appena si sceglie un mestiere; sono simili ai precedenti, con la differenza che non si acquistano al mercato; quando si sceglie un mestiere diverso, gli oggetti del vecchio lavoro vengono eliminati.
  • Oggetti Congregali: come gli oggetti di mestiere vengono associati in seguito al percorso congregale (anche in questo caso l'assegnazione sarà automatica al passaggio di carica); a differenza dei precedenti possono ricevere dei potenziamenti (bonus elementali ottenibili per meriti di gioco)
  • Oggetti Artagianali: sono oggetti che gli artigiani (Fabbri, Falegnami, Sarti, Orafi) possono creare in autonomia tramite il talento Crea oggetto; non appena un oggetto artigianale viene creato lo staff riceve una segnalazione e potrà valutarne la coerenza, intervendo solo in caso di necessità. Gli oggetti Artigianali prevedono anche un "livello" che varia da 0 a 3 stelle: queste vengono assegnate in maniera casuale e automatica dal sistema, ma si basano sulla conoscenza acquisita dall'artigiano (ad esempio un fabbro che ha conoscenza forgiatura a 2 stelle potrà produrre una spada che al massimo avrà 2 stelle). Come gli oggetti congregali, anche questi oggetti possono prevedere potenziamenti. 
  • Unicum: sono gli oggetti più potenti dell'ambientazione e hanno la caratteristica di essere unici e non replicabili. Anche questi possono essere creati dagli artigiani (talento Crea Unicum) ma, prevedendo dei poteri molto particolari, prima di entrare in gioco dovranno superare il vaglio dello staff (in questo caso quindi un artigiano farà una "proposta" di creazione che lo staff valuterà nel minor tempo possibile). Anche questi oggetti prevedono dei livelli quantificati da delle stelle: un oggetto unicum con 3 stelle viene detto "Leggendario" (per intenderci sono oggetti di pari livello agli artefatti degli Eterni). Ad essi è sempre associato un potere e avranno un valore particolarmente alto.

Gli oggetti Artigianali e gli Unicum, una volta creati, entreranno a far parte degli averi dell'artigiano creatore; questi potrà decidere se:

  1. tenere l'oggetto per se: diventerà suo, ne sarà il possessore e potrà utilizzarlo in gioco.
  2. REGALARLO ad un altro personaggio (che non sia un mercante).
  3. venderlo ad un mercante per un prezzo concordato.
  4. venderlo all'asta dei mercanti (sicuramente il sistema più remunerativo).

Le Aste dei mercanti

Un'asta dura almeno una settimana e sarà decretata chiusa solo quando l'offerta più alta resiste da almeno 24 ore. Conclusa l'asta, il miglior offerente si aggiudica l'oggetto, l'intera cifra viene pagata all'artigiano e il mercante che si è aggiudicato l'oggetto potrà venderlo al prezzo desiderato. Precisiamo che è quasi impossibile che un'asta vada invenduta, perché l'offerta minima sarà fatta in automatico da un PNG mercante.

Le botteghe

Le botteghe sono un'esclusiva dei mercanti: ogni mercante può creare la propria bottega tramite l'apposito talento Acquisisci Bottega. In essa potranno vendere un numero limitato di oggetti comuni (dovranno essere concordati con lo staff) e tutti gli oggetti artigianali o unicum che il mercante riesce ad accaparrarsi. Di fatto le botteghe affiancano il mercato tradizionale offrendo meno oggetti, ma di pregio sicuramente superiore.

Oggetti su commissione

Se un personaggio desidera un oggetto personale, può farne richiesta ad un mercante: sarà questi poi a contattare l'artigiano ritenuto più adatto e, una volta che l'oggetto sarà stato creato, lo comprerà e poi lo rivenderà al richiedente.

Ogni giocatore può modificare a proprio piacimento la scheda del Personaggio. Questa è composta da diversi pannelli:

  • Generale: ci sono le informazioni basilari del personaggio e da qui sarà possibile settare i dettagli fisici (età, altezza, peso, occhi, capelli e mano utilizzata), quelli anagrafici (cognome e nomignolo), scegliere una cittadinanza, un motto che rispecchi il personaggio, aumentare le caratteristiche (forza, destrezza, mente) ed impostare la propria password d'accesso; saranno inoltre visibili informazioni di gioco inserite direttamente dallo staff (le note del fato). Infine da questo pannello è possibile cambiare l'immagine della scheda, quella del mini-avatar e scegliere una musica (in questo caso sarà sufficiente copiare e incollare il link youtube).
  • Bg: nel background è possibile dettagliare la storia del personaggio, descriverlo fisicamente, aggiungere gli affetti. C'è anche la sezione Note Off che consente di inserire qualche speicifica off-game qualora il giocatore lo ritenga opportuna (si raccomanda comunque di non eccedere).
  • Borsa: tutti gli averi che vengono acquistati al mercato o in bottega e tutti gli oggetti acquisiti in quest o comunque in gioco appariranno in questa sezione e ogni giocatore ne avrà il controllo; da qui infatti è possibile cedere un oggetto a qualche altro PG, rivenderlo (recuperando il 30% del suo valore di mercato) o aggiungere una descrizione customizzata. I personaggi artigiani potranno mettere all'asta gli oggetti da loro creati, mentre i mercanti potranno esporre in bottega i pezzi acquistati dagli artigiani.
  • Mestiere: è il pennello dal quale è possbile controllare il proprio lavoro; questo, una volta scelto, darà accesso a molte funzionalità come  quella che permette di lavorare (e guadagnare) una volta al giorno. Inoltre da qui sarà possibile gestire i talenti acquisibili per un determinato mestiere.

 

Codici nelle schede

Chiunque voglia divertirsi nel rendere particolare la propria scheda potrà farlo liberamente: abbiamo infatti deciso di favorire la massima libertà creativa concedendo ai giocatori la possibilità di inserire codice HTML e codice CSS nelle schede. 

Nel proseguio di questo documento cercheremo di dettare delle linee guida che potranno aiutare anche i meno esperti nella creazione personalizzata della scheda. Vi chiediamo, affidandoci al buon senso di ciascun giocatore, di rispettare la grafica della land e di effettuare modifiche che non impattino nella visualizzazione della land, andando ad agire solo negli elementi interni al vostro background. Qualora dovessero esserci violazioni di questo tipo verranno valutati provvedimenti.

No BB Code

Molti utenti potrebbero essere abituati a ricorrere all'utilizzo dei BB Code: vi diciamo sin da subito che in MoA non sono stati previsti in quanto, pur essendo banali da utilizzare, rappresentano un vecchio modo di agire nel web.

Codici HTML e CSS: cosa sono?

Siamo certi che quasi tutti ormai sanno cosa sia (almeno a grandi linee) il codice HTML, mentre magari potrebbe risultare meno familiare il termine CSS. Proviamo a spiegare brevemente le differenze...

HTML è un linguaggio di markup (si lo sappiamo, potevate farne a meno di questo tecnicismo) ovvero un insieme di codici che definisce la struttura di una pagina web attraverso quelli che comunemente vengono chiamati tag. Il codice CSS invece è un linguaggio di stile, ovvero un insieme di codici (che in questo caso è più corretto chiamare "regole") che vi permette di definire la grafica di una pagina web.

Il linguaggio HTML di per sé non vi permette di fare cose particolarmente appariscenti (anzi il risultato ottenuto sarebbe piuttosto triste), ma corredandolo con i CSS potrete fare cose graficamente carine. Ovviamente non è nostro scopo farvi diventare provetti web designer con poche righe, ma quantomeno vogliamo cercare di darvi un orientamento per potervi facilitare nella creazione della scheda.

I Tag HTML

un tag HTML viene solitamente aperto e poi chiuso e tutto quello che è contenuto al suo interno "appartiene" a quel tag. Ad esempio se scriviamo:

<p> Ciao Mamma </p>

<p> è il tag di apertura, </p> è il tag di chiusura, mentre "Ciao Mamma" è il testo contenuto in esso.

Alcuni tag invece possono non richiedere il tag di chiusura: questo è il caso del tag <img> utilizzato per inserire immagini o del tag <br> che serve per mandare a capo il testo; l'utilizzo specifico di questi tag comunque sarà trattato in seguito.

Fatta eccezione per questi rari casi, ci raccomandiamo caldamente di non omettere mai il tag di chiusura perché altrimenti tutta la formattazione della land ne uscirebbe compromesse (rischiereste di vedere cose strane quando aprirete la vostra scheda).

Tag dentro altri tag

In HTML è possibile inserire dei Tag dentro altri Tag (si parla in questo caso di tag annidati). Quello a cui bisogna stare attenti è di chiuderli in maniera ordinata.

Ad esempio va bene fare:

<p> Ciao Zia <span> Peppina </span>. Come stai? </p>

Mentre non va bene scrivere:

<p> Ciao zia <span> Peppina </p>. Come stai? </span>

Cosa c'è di diverso? Semplice: non potete intrecciare i tag,cioè l'ordine di chiusura deve essere sempre inverso all'ordine di apertura.

Vi consigliamo comunque di non complicare eccessivamente la struttura annidando troppi tag dentro altri se non avete un certo grado di esperienza con l'utilizzo di questi codici, perché potreste commettere facilmente degli errori.

Il tag <p>

Il primo tag che vediamo nel dettaglio è il tag <p>. La "p" sta per paragraph e di fatto questo tag serve per formattare un paragrafo: dopo la sua chiusura il testo andrà a capo e ci sarà un piccolo spazio con eventuale testo sottostante. Richiede il tag di chiusura e si usa come segue:

<p> Qui posso scrivere il testo che voglio </p>

Il tag <br>

Scommettiammo che quasi tutti abbiano usato almeno una volta questo tag. Non prevede il tag di chiusura e si usa per mandare a capo un testo. Vediamo l'esempio di come si usa:

<p> Qui posso scrivere il testo che voglio.<br> Da qui inizia una nuova riga. </p>

Il tag <span>

Questo tag è molto importante perché di fatto non fa niente. Si avete capito bene: non ha effetti sul flusso del testo: non va a capo, non ne modifica la visulizzazione. Allora perché è importante? Perché potete usarlo in concomitanza con il codice CSS per dare un effetto particolare ad una parte precisa di testo (ad esempio se volete evidenziare una parola in un colore particolare). Richiede il tag di chiusura e si usa come segue:

<p> Questa frase è scritta in nero. <span>Quando vedremo gli stili CSS potremmo colorare quest frase in rosso</span> </p>

Il tag <strong>

Con questo tag potrete mettere in grassetto il testo in esso contenuto. Richiede il tag di chiusura e si utilizza come segue:

<strong> Questo testo è in grassetto </strong>

Il tag <em>

Con questo tag potrete mettere in corsivo il testo in esso contenuto. Richiede il tag di chiusura e si utilizza come segue:

<em> Questo testo è in corsivo </em>

Il tag <u>

Con questo tag potrete sottolineare il testo in esso contenuto. Richiede il tag di chiusura e si utilizza come segue:

<u> Questo testo è sootolineato </u>

Il tag <div>

E' simile al tag <p> e lo vediamo più per completezza che per altro. Chi ha una certa esperienza nel mondo del web design saprà che questo tag è molto utilizzato (sopratutto in concomitanza con gli stili) per definire la struttura di una pagina. Anche questo richiede il tag di chiusura.

<div> Qui posso scrivere il testo che voglio</div>

Il tag <img>

Come già detto, questo tag serve per inserire delle immagini e non richiede un tag di chiusura. Tuttavia ha delle particolartià importanti che vedremo nel dettaglio. Ecco intanto un esempio completo di immagine:

<img src="https://www.link-immagine.it/" >

Come vedete nell'esempio il tag immagine prevede l'utilizzo dell'attributo src (che è un'abbreviazione della parola source, ossia sorgente o risorsa): in sostanza tra le virgolette dovrete inserire il link dell'immagine che volete inserire in scheda. Vi consigliamo di inserire immagini di dimensioni contenute per velocizzare il caricamento della vostra scheda, di cercare di scegliere formati Jpeg (i PNG sono immagine più definite ma più pesanti). Se avete l'immagine nel vostro computer, dovrete prima hostarla tramite uno dei tanti servizi web che si trovano sul web. Tra questi, per fare un esempio, consigliamo https://postimages.org/

Questo servizio vi permette di scegliere l'immagine dal vostro computer e in pochi istanti ve la hosta dandovi vari link: voi dovrete copiare il secondo (collegamento diretto) e vi basterà copiarlo ed incollarlo nell'attributo src.

Il tag <a>

L'ultimo tag che vedremo è l'anchor che vi serve per inserire dei link all'interno del vostro codice. Vediamo subito il suo utilizzo:

<a href="https://www.link-di-destinazione.it/" target="_blank">Clicca qui per aprire il link</a>

Questo tag prevede due attributi: il primo è href e in esso va indicato il link della pagina su cui volete far "atterrare" chi ci clicca; il secondo è target e va impostato esattamente come sopra perché in questo modo cliccandoci sopra aprirà una nuova scheda del browser. Se lo omettete, cliccando sul link la pagina indicata verra ricaricata su quella della land e questo non è concesso. All'interno del tag <a> va inserito il testo cliccabile che apparirà in scheda.

Altri tag

In Html esistono altri tag che hanno utilizzi speicifici. Tuttavia, ritenendo che quelli elencati siano sufficienti per abbellire a sufficienza la propria scheda, consigliamo l'utilizzo di altri tag solo a chi ha la dovuta esperienza. Precisiamo che vi sarà impossibile utilizzare alcuni tag considerati "pericolosi" e che non servono per la stesura del BG del vostro personaggio. Se vorrete comunque approfondire la conoscenza del linguaggio HTML vi rimandiamo alle guide che potrete trovare nel web.

Le regole CSS

Dare una grafica al codice HTML è un aspetto piacevole del lavoro e vi stupirete di come risultati soddisfacenti si possono ottenere con relativa semplicità.

Partiamo dall'inizio e quindi vediamo subito come dare uno stile ad un certo tag html (e a tutto il suo contenuto):

<p style="color: #ff0000; font-size: 20px;">Questo testo sarà di colore rosso e sarà grande 20 pixel</p>

Come vedete abbiamo utilizzato un attributo all'interno del tag HTML <p>. Si tratta dell'attributo style e lo potrete usare per qualunque tag html e vi permetterà di definire delle regole CSS per quel tag. Una regola va scritta come segue:

color: #ff0000;

ovvero

nome della regola: valore;

Come potete vedere il nome della regola è separato dal valore tramite i due punti. Inoltre la fine della regola viene decretata con il punto e virgola. Questa sintassi deve essere rispettata altrimenti il codice non funzionerà (non vi esploderà la scheda come quando non chiudete un tag con gli html... il CSS è più magnanimo).

Potete inserire più regole per uno stesso tag, l'importante è che le separiate dal punto e virgola.

Vediamo di seguito regole più importanti nel dettaglio...

Color

Come avrete ben immaginato serve a cambiare il colore del testo. La sintassi è molto semplice:

color: #codice_del_colore;

Spendiamo giusto due parole sul codice perché ci rendiamo conto che non tutti potrebbero sapere come trattarlo. il codice del colore deve essere sempre preceduto dal carattere # e corrisponde ad una sequenza di 6 numeri/lettere: è un valore espresso in esadecimale, ma questo non vi importa più di tanto ai fini di questa guida. Quello che vi importa sapere è che qualsiasi colore esistente ha il suo codice esadecimale e pertanto potrete usarlo per colorarci il vostro testo. Vi suggeriamo un tool per poter generare facilmente ogni tipo di colore https://htmlcolorcodes.com/

background-color

Questa regola serve a cambiare il colore dello sfondo e si usa in maniera speculare a quella per il colore del testo:

background-color: #codice_del_colore

font-family

Vi permette di selezionare il font preferito per la vostra scheda. Ci sono  alcuni caratteri predefiniti che potete usare sempre e inoltre è possibile elencare più font intervellandoli con la virgola, ad esempio:

font-family: Arial, Helvetica, sans-serif;

In questo caso il browser proverà inizialmente a caricare il font Arial e se non riesce proverà con il font Helvetica e alla fine se non riesce nemmeno con quello proverà a caricare un semplice sans-serif. In questo caso si parla di famiglia di font, ovvero dei font simili che permettaranno a qualunque browser di visualizzare un risultato simile a quello desiderato.

Elenchiamo di seguito delle famiglie standard solitamente usate per il web:

font-family: Arial, Helvetica, sans-serif;
font-family: ‘Arial Black’, Gadget, sans-serif;
font-family: ‘Bookman Old Style’, serif;
font-family: ‘Comic Sans MS’, cursive;
font-family: Courier, monospace;
font-family: ‘Courier New’, Courier, monospace;
font-family: Garamond, serif;
font-family: Georgia, serif;
font-family: Impact, Charcoal, sans-serif;
font-family: ‘Lucida Console’, Monaco, monospace;
font-family: ‘Lucida Sans Unicode’, ‘Lucida Grande’, sans-serif;
font-family: ‘MS Sans Serif’, Geneva, sans-serif;
font-family: ‘MS Serif’, ‘New York’, sans-serif;
font-family: ‘Palatino Linotype’, ‘Book Antiqua’, Palatino, serif;
font-family: Symbol, sans-serif;
font-family: Tahoma, Geneva, sans-serif;
font-family: ‘Times New Roman’, Times, serif;
font-family: ‘Trebuchet MS’, Helvetica, sans-serif;
font-family: Verdana, Geneva, sans-serif;
font-family: Webdings, sans-serif;
font-family: Wingdings, ‘Zapf Dingbats’, sans-serif;

Banalmente potrete copiare e incollare la riga che preferite all'interno dell'attributo style.

font-size

Questa regola consente di aumentare o diminuire la grandezza di un testo. Vediamo come si usa:

font-size: 12px;

La grandezza è espressa in pixel che è l'unità di grandezza standard dei testi html (non dovete omettere px altrimenti la regola non funziona). Per il resto non vi resta che fare dei tentativi e vedere quale dimensione del testo referite.

text-align

Ecco una delle regole più usate per le schede e serve per allineare il testo a destra, sinistra, centrato o giustificato (rispettivamente i valori sono: right, left, center, justify). Si usa come seuge:

text-align: left;

In questo caso il testo verrà allineato a sinistra.

margin

E' anche possibile stabilire i margini di un tag HTML. I margini sarebbero gli spazi che un elemento ha rispetto a quelli che lo precedono. Il modo migliore per dare un margine è il seguente:

margin: 10px;

in questo caso il tag avrà un margine di 10 pixel da ogni altro tag.

Tuttavia è possibile utilizzare regle specifiche per dare dei margini speicifici. 

margin-top: 10px; 

Il tag avrà solo il margine superiore pari a 10 pixel.

margin-bottom:  8px;

Il tag avrà solo li margine inferiore pari a 8 pixel.

margin-left: 4px;

Il tag avrà solo li margine sinistro pari a 4 pixel.

margin-right: 6px;

Il tag avrà solo li margine destro pari a 6 pixel.

border

Si può definire il bordo di un tag HTML come segue:

border: 1px solid #000000;

Il primo vaolre indica lo spessore del bordo; il secondo indica la tipologia del bordo; il terzo valore indica il colore del bordo. In questo esempio si sta dicendo che si vuole un bordo spesso 1 pixel di tipo "solido" e di colore nero.

Le tipologie di bordo più comuni sono le seguenti:

  • dotted: il bordo è composto da piccoli punti ravvicinati
  • dashed: i bordo è comosto da piccoli trattini ravvicinati
  • solid: il bordo è una linea
  • double: il bordo è una doppia linea

E' inoltre possibile definire solo dei bordi per un unico lato con le seguente regole:

border-top: 1px solid #000000;

Definisce solo il bordo superiore

border-bottom: 1px solid #000000;

Definisce solo il bordo inferiore

border-left: 1px solid #000000;

Definisce solo il bordo sinistro

border-right: 1px solid #000000;

Definisce solo il bordo destro

border-radius

Questa regola serve per fare dei bordi tondeggianti e il suo utilizzo basico è piuttosto semplice:

border-radius: 10px;

Più alto è il valore e più la curvatura sarà accentuata. Provare per credere.

padding

Ora che abbiamo spiegato i bordi è possibile comprendere i padding. Questi sono sempre dei margini ma con una differenza sostanziale: il margin vi consente di stabilire un margine che va dal bordo al tag precedente; il padding vi permette di stabilire un margine che va dal testo (o dall'immagine) al bordo. Se non inserite i padding gli effetti ottenibili con i bordi o colorando lo sfondo di un tag, sono decisamente meno intriganti graficamene parlando; infatti il testo si adatterebbe alle dimensioni del solo testo senza definire un padding che dia più consistenza al tag.

padding: 8px;

Come per i margin si possono dare padding a specifici lati con le seguenti regole:

padding-top: 8px;

Stabilisce il padding superiore.

padding-bottom: 8px;

Stabilisce il padding inferiore.

padding-left: 8px;

Stabilisce il padding sinistro.

padding-right: 8px;

Stabilisce il padding destro.

width

Una delle regole più delicate è la larghezza. La sua sintassi è molto semplice:

width: 300px;

Tuttavia non sempre aspettatevi di vederla funzionare come vorreste perché ci sono molte correlazioni con altre regole ed è una proprietà che incide particolarmente in un sito che si adatta anche per il mobile (come appunto è Mistery Of Akasha). Vediamo comunque di fissare qualche principio per permettervi di utilizzarla...

Vi diciamo già che se la utilizzate in un elemento come lo span non vedrete alcun effetto. Allo stesso modo, se la utilizzate con un elemento <p> o un <div> non sempre succedere quello che vi aspettate.

Facciamo un esempio per capirci meglio... Se ad esempio vorreste che il vostro testo sia più stretto, vi basterà scrivere:

<p style="width:200px;">Questo testo apparirà più stretto degli altri</p>

Se invece vorreste affiancare due colonne di testo (o una colonna e un'immagine) il codice appena visto non basterebbe. Se ad esempio il caso fosse questo:

<p style = "width: 200px;"> Questo è la storia del mio personaggio </p> <img src="www.mia-immagine.com" style="width:100px;">

In questo caso vedreste comunque l'immagine andare a capo. E potreste incaponirvi a dar tutte le larghezze che volete, ma in ogni caso l'immagine la ritroverete sempre a caso.

Questo perché è necessario utilizzare una nuova regola...

display

Display vi consente di cambiare la modalità di visualizzazione di un tag. Cosa significa? Freghiamocene per il momento; tuttavia, riprendendo l'esempio appena visto, vi basterà scrivere come segue:

<p style = "width: 200px; display: inline-block;"> Questo è la storia del mio personaggio </p> <img src="www.mia-immagine.com" style="width: 100px; display: inline-block;">

Una sepcifica su padding e margin e text-align: se li applicate al tag <span> non otterrete il risultato sperato. Non perdiamo tempo a spiegarne il perché, dal momento che si dovrebbe affrontare un argomento abbastanza spigoloso dei CSS. Pertanto vi consigliamo, qualora vogliate dare un margine o allineare il testo in una certa maniera, di utilizzare tag come <p> o <div>

In questo documento abbiamo visto solo i codici e le regole principali. Tuttavia esistono molti altri tag, regole CSS e perfino utilizzi più avanzati degli elementi qui illustrati. Non escludiamo anche che con il progredire del tempo, qualora ritenessimo opportuno approfondire determinati aspetti o regole, oppure se ci sarà bisogno di introdurre spiegazioni di altri aspetti, amplieremo questo manuale. Nel frattanto speriamo possa esservi utile e ovviamente vi invitiamo, come accade nelle altre land, a chiedere aiuto a player più esperti oppure nelle bacheche off. La cooperazione e l'aiuto reciproco sono un requisito fondamentale per divertirci assieme e in serenità.

Etica

1. Mistery of Akasha è un GDR by Chat, di tipo fantasy-epico, attivo 24h su 24. Il gioco dei player deve rispecchiare perfettamente l'ambientazione della land, ispirata al Basso Medioevo (piu' precisamente attorno al 1200) in stile Fantasy. La violazione di questa norma potrà comportare un richiamo o un esilio per 7 giorni a seconda della gravità. In caso di perseveranza nella mancata osservazione del background di land, il ban sarà definitivo.

2. E' vietato nominare o pubblicizzare altre land, GdR in genarele, sia nei luoghi di conversazione che attraverso le bacheche o tramite missiva. Infrangere questa regola comporta il ban definitivo.

3. E' vietato dare al proprio personaggio nomi palesemente ridicoli o poco consoni rispetto all'ambientazione, nonché nomi volgari o offensivi per la pubblica morale. Sono ammessi nomi stranieri ma, nel complesso, è vietato utilizzare nomi di personaggi storici realmente esistiti (es. Mary Stuart o Maria Stuarda). Chi non rispetta tale regola ha la possibilità di cambiare il nome del proprio pg una volta soltanto. Se tale cambiamento non sarà più che tempestivo, dopo l'ovvia segnalazione da parte dello staff, il player andrà incontro al ban definitivo.

4. Nelle schede personali dei Personaggi è rigorosamente vietato l'inserimento di testi volgari e/o immagini provocanti, passabili di censura o comunque lesive del buon gusto e della comune etica e morale. Violazioni di tali disposizioni comporteranno l'invito dello Staff alla correzione secondo il regolamento presente. In caso di non ottemperanza e/o rifiuto a tale richiesta si predisporrà il ban per il personaggio.

5. Non è consentito creare più di un personaggio. Attraverso il controllo dell'indirizzo IP possono essere identificati i personaggi doppi e, appurata la trasgressione della regola, si chiederà al player di mantenere esclusivamente il personaggio principale. Qualora vi fosse recidiva in un tale comportamento, il giocatore andrà incontro a ban temporanei (da 15 giorni ad 1 mese) e a quello definitivo dopo la terza trasgressione.

6. Qualora un giocatore inserisca un proprio contributo, sia questo in forma di scritto, disegno, oggetto grafico o altro all'interno di Mistery of Akasha, esso sarà considerato come proprietà della comunità di gioco, senza possibilità di restituzione né retribuzione di tale contenuto. Chiedere con insistenza di rientrare in possesso di un contributo inserito nel gioco o arroccarsene il diritto di copyright, porterà a un richiamo e successivamente al ban temporaneo o definitivo, in caso di particolare insistenza.

7. L'utilizzo di qualsiasi mezzo illecito (compresi metodi hacker e/o lamer) per la messa in atto di modifiche al proprio o ad altri Personaggi o a qualunque altra sezione del sito, comporteranno il ban permanente. In caso ve ne siano gli estremi, lo Staff si riserva di ricorrere alle Autorità competenti.

8. E' vietato in ogni modo mettere in atto forme di PowerPlaying (PP), KillerPlaying (PK), nonché incorrere in atti di MetaGame (MG); in quanto lesivi dei principi alla base del Gioco di Ruolo e di una sana interazione tra i Giocatori. Incorrere in tali atti può comportare da un richiamo al ban definitivo del Personaggio. Per maggiori informazioni rispetto alle sigle, si veda la sezione "Glossario" della manualistica.

9. Si richiede l'uso di un linguaggio italiano corretto in tutti gli ambiti on game al fine di garantire un gioco comprensibile a tutti. Sono da evitare quindi le forme eccessivamente auliche e, allo stesso tempo, quelle dialettali che potrebbero rendere difficile l'interazione. E' vietato l'utilizzo di parole volgari poiché non è necessario il turpiloquio per recare necessariamente un'offesa e, in Mistery of Akasha, si predilige il buon gusto. In caso di trasgressione a questa regola, può seguire un semplice richiamo o, in caso di recidiva, ban temporanei e/o quello definitivo.

10. E' vietato scrivere in maiuscolo, a meno che non s'intenda "urlare" in On- Game. Questo comportamento verrà tollerato nel caso in cui si tratti di un numero ristretto di parole atto a migliorare la comprensione e l'interazione tra personaggi (come, ad esempio, il nome proprio dei personaggi con cui si cerca di interagire). Non è invece ammessa la scrittura di "pensieri" all'interno delle azioni. L'infrangere queste regole comporterà dei richiami e dei ban temporanei o permanenti in caso si dimostri scarsa disponibilità ad ottemperare alle correzioni richieste.

11. Mistery of Akasha è una land dedicata a player maggiori di 18 anni che autocertificano la loro età, accettando le condizioni di iscrizioni al sito. Si invita gli utenti a segnalare immediatamente la presenza di player minorenni, qualora si disponesse di relative informazioni a riguardo, al fine di operare un ban definitivo per chi ha falsato la propria età. Chi è a conoscenza della minore età di un utente e non compie segnalazione allo staff, verrà ritenuto ugualmente responsabile al trasgressore della norma e andrà incontro alla medesima pena. Lo Staff non si assume alcuna responsabilità in caso di dichiarazioni mendaci da parte dell'utenza.

12. Non sono ammesse né minimamente consentite, in alcuna fascia oraria, giocate che richiamino violenze sessuali, maltrattamenti su minori e violenze inutili sugli animali. Tali riferimenti sono proibiti in chat pubbliche quanto in chat private, su cui lo Staff si riserva il diritto di operare un controllo in qualsiasi momento. I trasgressori di questa norma andranno incontro ad un ban definitivo senza possibilità di replica. Nelle giocate di scontro tra personaggi (duelli, battaglie, agguati) è vietato incorrere in descrizioni di sangue e/o ferite troppo dettagliate e crude (splatter) nella fascia oraria 08-22, pena un ban temporaneo o, in caso di recidiva, definitivo. In caso di assenza dei membri dello staff, la gestione si riserva il diritto di applicare le suddette sanzioni anche in caso di segnalazione, da parte di altri player, relativamente alla trasgressione della norma. Lo Staff non si assume alcuna responsabilità in caso di propria assenza e/o di mancata segnalazione da parte di altri utenti.

13. E' vietato qualsiasi riferimento esplicito e volgare a pratiche sessuali in chat pubblica, nelle bacheche, via missiva o sussurro. E' possibile trattare tali argomenti in chat private purchè questi non trascendano l'articolo n° 12 di questo stesso regolamento. Il consenso tra le parti rimane condizione sine qua non per evitare di incorrere a richiami o ban temporanei/definitivi. Si ricorda che Mistery of Akasha non è una land a sfondo erotico e, per tanto, un simile tipo di gioco può essere tollerato in parte molto modesta. Lo Staff si riserva di richiamare i player che non parteciperanno in maniera attiva al gioco di land e che potrebbero prediligere il gioco in chat privata, qualsiasi esso sia.

14. Richieste eccessivamente insistenti finalizzate al gioco in chat privata, proposte sia in forma privata sia in forma pubblica, saranno punite con il ban immediato per 1 mese e, in caso di recidiva, con il ban definitivo.

15. E' severamente vietato incitare, Off Game, a praticare qualsiasi atto considerato immorale, illegale o dannoso a carico di se stessi o di terze persone. Il trasgressore di questa norma andrà incontro al ban definitivo senza possibilità di replica.

16. Nei luoghi di conversazione off game è fatto divieto assoluto tenere comportamenti discriminatori in materia razziale, religiosa, sessuale o sociale. Alla stessa maniera è vietato l'inneggiamento alla violenza o, come già menzionato, all'illegalità. La pena prevista è il ban per 1 mese o, in caso di recidiva, ban permanente.

17. Ogni discussione di bacheca dovrà essere aperta e proseguita nel buon senso comune e nel rispetto verso coloro che vi prendono parte. In caso di bacheche ongame, non sono ammessi i "botta e risposta" se questi verranno ritenuti tempisticamente incoerenti. Relativamente alle sezioni off-game, in caso di discussione non rispettosa delle regole, il thread sarà cancellato e l'autore passabile di ban. Lo Staff si riserva i diritto di rimuovere commenti e messaggi non ritenuti consoni.

18. Le offese e le minacce off game ad uno o piu' giocatori tramite qualsiasi mezzo, compresi strumenti esterni alla land (es. msn, skype o altri programmi di messaggistica) non verranno tollerate in alcun modo e chi ne fosse colpevole andrebbe incontro a ban temporanei per un periodo di tempo da 1 a 3 mesi e, a seconda della gravità e/o recidiva delle proprie affermazioni, è possibile il ban definitivo senza possibilità di replica.

19. E' vietato ostacolare e criticare l'operato dei Master o dei membri dello Staff. Ognuno cerca di fare il proprio meglio e nessuno è esente da errori. Tempestare di messaggi o missive un Master durante una quest non è accettabile come non è accettabile sindacare sulle decisioni prese dalla Gestione poiché queste hanno come principale obiettivo il bene della land prima che il bene delle singole parti. Lo staff si riserva il diritto di rispondere alle domande o di dare spiegazioni rispetto alle proprie decisioni solo se utile o strettamente necessario per il proseguo del Gioco.

20. Per tutelare la privacy dei giocatori è vietata la divulgazione di conversazioni e/o missive private nonché di giocate riservate (ossia avvenute in chat private) a meno che non vi sia il consenso esplicito di tutte le parti coinvolte. Lo Staff si riserva di prendere provvedimenti a carico degli autori, ivi compreso il ban provvisorio o definitivo. La Gestione non si assume alcuna responsabilità in caso di mancata e relativa segnalazione da parte degli utenti coinvolti.